Tuesday, 25 April 2017

Justice League Dark


Non manca molto a "Justice League" e nel frattempo è uscito l'ultimo film d'animazione della DC, "Justice League Dark", diretto da Jay Oliva e scritto da Ernie Altbacker e J. M. DeMatteis. Non è tratto interamente dagli omonimi fumetti, perciò non bisogna aspettarsi di vedere la nascita della "Justice League" perché vedrete la squadra per circa due minuti.


Invece in "Justice League Dark", Batman (doppiato da Jason O'Mara) collabora con un improbabile gruppo di eroi per occuparsi di un problema che sta affliggendo ogni parte del globo: persone, dapprima innocenti, commettono dei crimini a causa delle visioni di demoni che sconvolgono il loro mondo. C'è in gioco qualcosa di soprannaturale che una mal equipaggiata Justice League deve affrontare; così Batman chiede aiuto a Constantine (Matt Ryan), mago e cacciatore di magia nera, e a Zatanna (Camilla Luddington), un illusionista che si esibisce usando vera magia. Con l'uomo pipistrello si schiera anche Deadman, un trapezista defunto che può possedere i vivi, e Jason Blood, che è legato in eterno al demone Etrigan e parla solo in rima. Tutti devono lavorare insieme per salvare il mondo dalla forza misteriosa che sta causando tanta distruzione, ma il vero fulcro della storia è il passato dei personaggi e le loro attuali relazioni.

"Justice League Dark" ci dà un'introduzione convincente, che permette poi un eccellente sviluppo del personaggio e l’evoluzione dei rapporti con gli altri. Ci vengono mostrati i nomi meno famosi della DC e bisognerebbe andare a leggere qualcosa su di loro prima di vedere il film, ma è comunque una grande storia con alcuni ottimi personaggi.

Potrebbe rivelarsi persino sorprendente in alcuni punti, visto che il film si concentra sul soprannaturale, invece che sul realismo presente in qualche modo con altri film di Batman. L'antefatto è un po’ dozzinale (forse un po' troppo "Signore degli Anelli", se sapete a cosa mi riferisco), ma non facciamoci scoraggiare da tutta la parte magica: è ancora fedele ai fumetti, soltanto non così radicata nella realtà.

La trama è interessante e l'azione emozionante, ma la parte migliore del film è di gran lunga l'analisi del rapporto fra Batman e il soprannaturale. Per una volta, Batman è relegato ai margini a causa della sua avversione per la magia, perciò il suo unico contributo è un Batarang ogni tanto e un mugugno contrariato alla fine di ogni scena. È stata una buona mossa, perché permette al suo personaggio di evolversi, consentendoci nel frattempo di concentrarci su altri personaggi, come Zatanna e Constantine.


Per quanto riguarda quest'ultimo, è davvero una grande aggiunta al film: Ryan porta con sé sia il lato comico sia quello oscuro grazie al suo forte accento e al punto di vista pungente, caratterizzato da molte battute divertenti. In generale, il film è abbastanza piacevole ma in modo più sottile, con linee narrative meno forzate di quanto non lo siano quelle di altri prodotti d'animazione della DC. Purtroppo umorismo e arguzia non sono così potenti come potrebbero essere quelle di un film live action, ma questo sembra un problema specifico con cui l'animazione ha qualche difficoltà. Anche il doppiaggio è davvero ben fatto e l'animazione veloce porta alla luce l'intera storia di quello che è sicuramente uno dei migliori prodotti animati su Batman usciti recentemente. 

★★★★☆

Hannah Read


Get your daily CeX at


No comments:

Post a Comment