Thursday, 20 April 2017

Il trionfo di King Kong (1962)


Kong e Godzilla si scontreranno di nuovo nel 2020 ma, se non ce la fai ad aspettare tre anni per il film, allora sei fortunato. Il trionfo di King Kong del 1962 (King Kong vs. Godzilla nella versione americana) è uscito in Blu-ray.

Dirò la verità: sono un fan di Godzilla. Con questo non voglio semplicemente dire che amo questa serie lunga 42 anni. No, ci sono cresciuto, alla ricerca di qualsiasi mezzo possibile per importare il maggior numero di film possibili. L'adoravo e l'adoro ancora. Se questo franchising fosse stato un essere umano, sarei stato processato per sequestro di persona, oltre che per diversi casi di molestie. Il mio piacere nel vedere Il trionfo di King Kong quasi certamente non sarà paragonabile a quello di altri. Detto questo, non farei bene il mio lavoro se non sapessi mantenere un certo livello di oggettività.


Il trionfo di King Kong è assurdo. Questo film è stato realizzato da uno studio di produzione specializzato in una tecnica ormai inutilizzata nella creazione dei mostri: la suitmation. Per gli effetti Kong e Godzilla non è stata usata né la stop-motion né l'animatronica. Infatti si tratta di una persona che, all'interno di una tuta di gomma, cammina a passi pesanti per le strade di una città in miniatura. È questo il vero fascino, e quindi il divertimento, de Il trionfo di King Kong.

Il fatto che in questi mostri ci sia un uomo li fa apparire stranamente vivi, nonostante siano così finti. Kong soprattutto. Ancora oggi faccio fatica a capire come Eiji Tsuburaya, il creatore degli effetti speciali, riuscì a guardare la versione definitiva del viso di Kong e a decidere che quello sarebbe stato il suo aspetto. Per tornare al punto precedente, nonostante gli effetti datati, sia Kong che Godzilla sembrano entrambi prendere vita in qualche modo. Questo è uno degli aspetti più importanti che rende il loro confronto così piacevole, per quanto sia bizzarro.

Come ho già detto, Il trionfo di King Kong è assurdo. È strano rivedere questo film in questo momento, dopo l'uscita di Godzilla nel 2014 e di Kong: Skull Island adesso. Le recenti pellicole sui mostri, anche se non possono di certo definirsi "realistiche", hanno un certo pregio. Mentre ne Il trionfo di King Kong ci sono scene in cui Kong sviene ubriaco e viene trasportato da Godzilla con dei giganti palloncini gialli. Seriamente, no!


È veramente divertente come sembra, motivo per cui mi sento di raccomandare Il trionfo di King Kong anche a chi non interessa il genere o il franchising. Anche se non hai un impiego nel settore o sei un esperto di cultura pop, di sicuro ti farà ridere parecchio, in un modo o nell'altro.
Il trionfo di King Kong non è l'eccezionale scontro che magari ti aspettavi. Infatti, si tratta di due uomini dentro dei costumi di gomma deformi che agitano le braccia l'un contro l'altro.

E non avrei saputo dirlo in un altro modo.

★★★★☆

Lewis Hill



Get your daily CeX at


No comments:

Post a Comment